La genetica è quello strumento che viene incontro alle esigenze di noi allevatori che vogliamo ottenere i massimi risultati per quanto riguarda la produzione di ottimi soggetti cantori. Il nostro scopo è infanti selezionare i riproduttori e le femmine in maniera tale che questi possano procreare individui geneticamente ben predisposti al canto. Il suddetto problema non è affatto banale in quanto sono solo i soggetti maschi a cantare e quindi è possibile giudicare solamente loro. In base a questo si usa accoppiare un unico maschio con più femmine, ciò avviene introducendo il soggetto la sera nella gabbietta assieme ad una femmina dove dovrà rimanere per tutta la netto ed essere poi levato al mattino, fino alla deposizione del 3° uovo.Dopo dichè potrà venir riutilizzato con un'altra femmina. Il soggetto utilizzato dovrà essere un buon canarino, non è necessario selezionare e utilizzare solamnte i camopioni, ma è indispensabile che questo possegga un tours di suoni completo. Per scegliere le femmine invece è possibile stimare la sua qualità in base al numero e alle doti dei soggetti che essa ha generato in passato. L'importante è comunque non accanirsi troppo nella procreazione di un ceppo troppo limitato di soggetti in quanto ciò potrebbe pregiudicare la forma fisica e la potenza del canto dei soggetti nati da rapporti incestuosi. Il mio consiglio è quello di creare una larga base di soggetti buoni e di ricombinarli assieme al fine di poter creare un proprio "ceppo".
Ovviamente è utile inserire all'interno del proprio allevamento soggetti provenienti dall'esterno, magari soggetti che hanno determinate caratteristiche che sono invece carenti ai propri canarini.