Com'è noto, il canarino vive ancora oggi allo stato libero nelle isole Canarie, ma differisce in colore e forma da quelli che alleviamo. A questa trasformazione, avvenuta per opera dell'uomo, vogliamo dedicare qualche nota che serve anche di breve introduzione storica al nostro canarino Malinois Waterslager.
Intorno all'anno 1500, l'allevamento dei canarini era già praticato come " hobby " in Olanda e specialmente ad Amsterdam.
Questi canarini provenivano dalle isole Canarie e la loro importazione, da parte degli olandesi, divenne assai importante
intorno all'anno 1575. Infatti, sul finire del sedicesimo secolo, e poi nel diciassettesimo, quando le Fiandre vissero la loro età aurea, si svilupparono potenti compagnie di mercanti per i commerci e questo spiega le importazioni di canarini, da parte degli olandesi.
Il clima europeo, l'alimentazione e la selezione conferirono ben tosto al canarino una livrea piu bella, furono scelti anche quelli piu grossi e di più belle forme, perché il canarino selvaggio era ed è piuttosto piccolo, furono allevati con preferenza quelli a colore giallo, e a poco a poco l 'uccello perse la sua natura selvatica e potè essere considerato come un uccello domestico. Allora sorse ad Amsterdam una varietà particolare di canarini che è conosciuta con il nome di vecchio canarino olandese. Di questa varietà esistevano diversi tipi che andarono poi dispersi, ma soltanto 125 anni piu tardi, e cioè intorno al 1700, si poterono ottenere degli importanti risultati. In Germania, la selezlone operò prima sul canto, la cosiddetta razza Sassone, ma divenne poi famoso il canarino Harzer o Roller, che,successivamente,conquisto larga fama con 1 ceppi di Trute e Seifert.
Il Malinois costituisce probabilmente l'anello di congiunzione tra i primi canarini di forma e i canarini originari importati dalle Canarie, tanto che ancora alla fine del secolo XIX era allevato sia per la forma che per il canto.
E' dunque probabile che l'origine vera e propria del Malinois si possa situare nel XVI secolo, con gli intenti selettivi ora visti.
Sappiamo poi che Malines divenne un centro principale di questi canarini dove gli allevatori fiamminghi riuscirono ad ottenere ammirevoli performances nella selezione del suo cannto. Questo avvenne a spese sia della forma di questo canarino che della livrea. Ma noi sappiamo bene, per esperienza d'allevamento e d'allevatori; che colore, forma e canto non vanno assieme e perciò l'attuale Malinois; pur conservando ancora una forma slanciata ed una lunghezza superiore a quella dei cantori tedeschi, che ricordano le sue ormai lontane origini, è ora solamente selèzionato per il suo canto variato. Canto che, soprattutto nei campioni, disegna mirabilmente i sommessi e vari mormorii dell'acqua nei piccoli ruscelli di campagna, e le frasi più tipiche dell 'usignolo